Stando alle rilevazioni Nielsen, il mercato della pubblicità ha chiuso fra gennaio e dicembre 2012 il suo peggiore anno degli ultimi venti, con una performance negativa del -14,3%, scendendo per la prima volta dal 2003 (secondo il perimetro misurato da Nielsen) sotto la soglia degli 8 miliardi di euro a prezzi correnti. In termini reali vale a dire che, al netto dell’inflazione (Ista), si torna addirittura a livelli del 1991. Questo fa quindi pensare ad un cambio strutturale e non congiunturale nella sua composizione.

In termini di mezzi, ad eccezione di internet, il calo è trasversale a tutti quelli rilevati da Nielsen. Anche per il web, che chiude con il +5,3%, l’ultimo scorcio del 2012 è stato molto difficile. []

 

Leggi tutto l’articolo qui! [fonte: Youmark.it]