Mostre Diffuse Fotografia è un progetto che diffonde l’interesse per la fotografia, crea esposizioni fotografiche temporanee nei locali dismessi del centro storico di Magliano Sabina, realizza l’integrazione tra cultura, arte e costume, generando così uno spazio aperto di incontro e confronto non solo tra gli autori, professionisti in campo fotografico e appassionati, ma anche con la popolazione locale e di passaggio.

Comunicato Stampa #6

MOSTRE DIFFUSE FOTOGRAFIA 2017, alla sua Terza Edizione, si svolgerà a Magliano Sabina (RI) dal 13 al 21 maggio 2017, organizzata da Bycam Fotografia di Teresa Mancini e da Riccardo Cattani, con il supporto degli Assessorati alla Cultura e al Turismo del Comune di Magliano Sabina e il patrocinio del Consiglio regionale del Lazio, della Provincia di Rieti e della Camera di Commercio di Rieti, che riconoscono alla manifestazione valori culturali e di promozione del territorio.
Tema di Mostre Diffuse Fotografia 2017 è “Racconta una Storia. Sguardi sui mutamenti sociali e ambientali attraverso i nuovi linguaggi della fotografia”, che esplora in modo creativo attraverso il racconto il rapporto dell’uomo con il suo territorio (la città, il borgo, la terra...) alla ricerca di una identità malgrado i mutamenti sociali, ambientali, architettonici e paesaggistici.

I fotografi selezionati per l’edizione 2017 sono: MAURIZIO ANTONELLI [UNA STORIA DI MUSICA] - DAVIDE BUSCAGLIA [365 STRANGERS] - ROBERTO COCCO [PROTEZIONE] - PASQUALE COMEGNA [PAESAGGIO SENZA CONFINI] - MICHELE DI DONATO [FAUTOGRAPHIE] - ALESSIO FORLANO [ NEW YORK CITY 2030 - ZERO WASTE PROGRAM] - TONI GARBASSO [MILANO LA NUOVA] - SERGIO GIANNOTTA [TERRITORIO DELLA MEMORIA E DELL'ANIMA] - FRANCO MARTELLI ROSSI [FOGLIE] - GIANNI MERCURI [UN BUON LAVORO] - LUCA MORETTI [SPIAGGIA LIBERA] - UMBERTO MURELLI [LA MEMORIA DEL RING] - SALVATORE PETRILLI [TEMPO A VENIRE] - CLADIO TESTA [VUELVO AL SUR] - FLAVIA TRONTI [PERSONALE AL COMPLETO]

Fuori selezione, due interessanti esperienze. La prima con LORENZO BALLANTI [STORIA E DEVOZIONE] che ricorda la tradizione maglianese della Madonna di Uliano. La seconda, l’installazione della fotografa FRANCESCA SEMERANO [TESSUTI TONIÙ] a cura di Irene Alison per DER*LAB, un progetto dal quale è scaturito un libro fotografico in self publishing.

E ancora fuori selezione la mostra curata dalla Società della Memoria [I RAGAZZI MAGLIANESI DEL 1915-18], in collaborazione con l’Archivio Storico del Comune di Magliano Sabina, per rileggere attraverso documenti, cimeli e foto d’epoca le vicende che hanno segnato questa comunità e la nazione durante la Grande Guerra.

Numerosi poi gli eventi: gli incontri con gli autori dei lavori presenti a Mostre Diffuse Fotografia 2017; le Letture di Portfolio a cura di Salvatore Di Vilio e Franco Martelli Rossi; la presentazione di iRevolution di Irene Alison, una puntuale analisi della mobile photography oggi nell’ambito della fotografia professionale. Non mancano i workshop come quello sul libro fotografico, storia ed evoluzione, e a seguire il laboratorio editoriale a cura di Luciano Zuccaccia e quello sulla fotografia speleologica a cura di Tullio Bernabei. Per finire un’interessante incontro sulla fotografia astronomica, a cura del CNAI-Centro Nazionale Astroricercatori Indipendenti, per scoprire come fotografare il cielo notturno attraverso le tecniche di astrofotografia seguito da un’esperienza pratica con ottiche speciali dal giardino dell’Ostello di Magliano Sabina.

A Mostre Diffuse Fotografia 2017 sarà poi esposto il risultato del concorso fotografico “Tutti a tavola!”. Un’esplorazione sulla funzione sociale dello stare a tavola. Come si consuma oggi il cibo: visioni e sensazioni. Presente anche la ricerca fotografica degli alunni della Scuola Primaria di Magliano sui giochi all’aperto a cura di Laura Scanu: la scoperta di quei giochi del passato che i bambini oggi non fanno più.